Campi / Donnas


A Donnas, piccolo centro all’imbocco della Valle d’Aosta, 2000 anni di storia hanno lasciato tracce indelebili. I Romani hanno intagliato oltre 200 metri dell’antica via delle Gallie nelle pareti rocciose, lasciando un grande arco a testimonianza del ciclopico lavoro. Poco distante, la Cappella di Sant’Orso protegge dalle piene della Dora il caratteristico borgo dove, tra le architetture medievali, svetta la torre cilindrica del Palazzo Enrielli. La piccola chiesa di Vert sorprende per il ricco altare intagliato. L’ecomuseo di Treby conserva oggetti d’epoca e fotografie della Confraternita dello Spirito Santo ed espone attrezzi e macchinari per la lavorazione del latte; una rappresentazione dell’Ultima Cena spicca sulle pareti completamente affrescate. Al museo della vite e del vino, oggetti tradizionali e pannelli esplicativi raccontano la storia di una viticoltura eroica che può vantare il primo vino D.O.C. della Valle d’Aosta. Barmet (ripari sotto enormi massi), muri a secco e scalinate in pietra offrono uno sfondo suggestivo per escursioni lungo sentieri panoramici e antiche mulattiere che la devozione popolare ha disseminato di oratori. Dalla vicina torre medievale di Pramotton, si gode di una veduta mozzafiato, mentre spingendosi sino agli alpeggi, si può assaporare la bellezza di una natura ancora incontaminata. Per i più pigri, Donnas offre un’area attrezzata, immersa in un bosco di castagni, sulle limpide acque del torrente Fer, mentre per gli appassionati di arrampicata sono a diposizione vie attrezzate lungo belle falesie.
Degne di nota sono manifestazioni come la millenaria Fiera di Sant’Orso (a gennaio), vetrina dell’artigianato tipico e di tradizione della Valle d’Aosta, la Festa dell’uva (1a domenica di ottobre) e la Sagra della castagna (2a domenica di ottobre).
Informazioni complete sul sito: www.comune.donnas.ao.it

INFORMAZIONI UTILI


Come arrivare